LOCAZIONE IMMOBILE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO; VALUTAZIONE GRAVITÀ INADEMPIMENTO DEL CONDUTTORE EX ARTT. 1453 E 1455 C.C.

Tribunale, Nola, sez. I, 21/05/2019, n. 1166

LOCAZIONE IMMOBILE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO; VALUTAZIONE GRAVITÀ INADEMPIMENTO DEL CONDUTTORE EX ARTT. 1453 E 1455 C.C.

Sentenza

La valutazione della gravità dell’inadempimento del conduttore di immobile ad uso diverso da quello abitativo ai fini della risoluzione del contratto, va compiuta in applicazione dei principi generali posti dagli artt. 1453 e 1455 c.c., dovendosi escludere la possibilità di espansione del principio di cui all’art. 5, L. n. 392 del 1978, dall’ambito del regime previsto per le locazioni ad uso abitativo all’ambito del regime previsto per le locazioni ad uso non abitativo, sulla base di una unitaria ratio legis. L’importanza dell’inadempimento deve essere, pertanto, valutata secondo criteri oggettivi e con riguardo all’interesse sostanziale delle parti, più che in base ad apprezzamenti personali del contraente che lamenta l’inadempienza, in quanto l’art. 1455 c.c.pone una regola di proporzionalità in virtù della quale la risoluzione del vincolo contrattuale è collegata unicamente all’inadempimento delle obbligazioni che abbiano notevole rilevanza nell’economia del rapporto ed il relativo giudizio va formulato tenendo conto sia dell’esigenza di mantenere l’equilibrio tra prestazioni di uguale importanza nei contratti sinallagmatici, sia dell’interesse dell’altro contraente, che non deve essere tanto inteso in senso subiettivo, in relazione alla stima che il creditore abbia potuto fare del proprio interesse violato, quanto in senso obiettivo in relazione all’attitudine dell’inadempimento a turbare l’equilibrio contrattuale ed a reagire sulla causa del contratto e sul comune intento negoziale. (Nella specie, la durata e l’importo complessivo della morosità, estesa anche alla quota parte di utenze a suo carico, come da contratto, perdurante in costanza di lite, integra senza dubbio un grave inadempimento del conduttore, incidendo in misura apprezzabile sull’economia complessiva della convenzione).

Fonte:

Redazione Giuffrè 2019